lunedì 17 settembre 2007




Veltroni: Abolire il CdA RAI

Leggiamo stamattina un articolo su Repubblica.it nel quale Valter Veltroni tromboneggia su una proposta: Abolire il Consiglio di Amministrazione della RAI e istituire l'Amministratore Unico.
La motivazione di Veltroni per questa proposta è duplice: svincolare la RAI dalla politica ed eliminare quello che fino ad ora è risultato un duplicato della Commissione di Vigilanza sulla Rai.

Detto così e forse essendo nati ieri, anzi oggi, sembrerebbe una proposta finalmente saggia, necessaria fortemente richiesta da più parti.
Ma la domanda è: qualcuno crede che verrà fuori qualcosa che davvero farà della Rai qualcsa di assomigliante alla BBC?
Qualcuno crede davvero che verrà nominato un Amministratore Delegato che se ne fotterà della politica e penserà esclusivamente a strutturare una Rai che sia un decente servizio pubblico, con vera informazione e davvero svincolato dalla politica?

Mi dispiace, ma siamo davvero ridotti male in questo Paese se siamo costretti a non credere più che qualcosa possa cambiare.
La politica si nutre di proclami e di disinformazione.
Di inciuci e di utilità
pro-domo-loro.

Da troppi anni ci danno caramelle con una bellissima confezione ma poi, quando la apri, è già putrescente e ammuffita delle solite cose partitocratiche e antidemocratiche.
Ci hanno tolto persino la speranza. Questo è quel che non posso perdonare.

1 commenti:

Antonio Candeliere ha detto...
22 settembre 2007 13:05

Condivido la tua osservazione